Attori di auto-sviluppo in rete


Titolo

Attori di auto-sviluppo in rete: rafforzamento delle competenze nella gestione dei servizi pubblici

Paesi di intervento:

Burkina Faso
Ghana
Sudafrica

Settore di intervento:

servizi pubblici locali di base (rafforzamento istituzioni locali)

Partner

Partner italiani

AMREF Toscana, Centro Mondialità Sviluppo Reciproco (CSMR), COSPE, Comune di Tavarnelle Val di Pesa, Anci Toscana, EuroAfrican Partnership for Decentralized Governance, Comune di Peccioli, Comune di Livorno, Provincia di Livorno, Istituzione Centro Nord Sud – Provincia di Pisa, Fondazione Raggio di Luce, Ucodep

Partner africani

Assemblea del distretto Nzema Est
Bahi District Council, Tanzanian Public Health Association, Amicall Burkina, District Sanitaire de Boulsa, CEDIFOD (Centre de documentation, Information e de formation puor le developpement), ong, CEFADES (centre de Formation et d'animation pour un developpement solidaire), ong, Loaves and Fishes Network, ong, Buffalo City Municipality

Importo: 113.000 euro

Anno di inizio, durata: 2011 - 18 mesi

Breve sintesi

PROGEO COFINANZIATO DALLA REGIONE TOSCANA

Il progetto ha il proprio focus di intervento sul tema del decentramento africano di fronte alla difficile sfida posta dalla pianificazione, gestione e monitoraggio dei servizi pubblici locali di base, siano essi relativi alla igiene urbana, la sanità, l'educazione o altro.
In particolare il progetto si muove su tre linee di azione:
- l'attivazione e il rafforzamento di pratiche di scambio sud - sud sul tema del decentramento e della gestione dei servizi di base tra i territori dei 6 Paesi coinvolti nel progetto;
- il consolidamento di attività concrete di pianificazione, gestione, monitoraggio di specifici servizi pubblici di base in 4 territori dei 6 Paesi coinvolti nel progetto (2 selezionati per ogni annualità di progetto) che comportino la cooperazione attiva degli enti locali e di enti della società civile, costruendo dinamiche partecipative da 'mettere in rete' nello scambio tra i 6 territori coinvolti e con i soggetti toscani partner del progetto.
Le principali azioni previste sono le seguenti:

1 – seminario di formazione rivolto a soggetti toscani e a 2 rappresentanti per ogni paese coinvolto nel progetto.
Il seminario si propone di formare (con interventi di inquadramento teorico, ma soprattutto con scambio diretto di esperienze e buone prassi) su alcuni temi-chiave identificati ovvero:
La pianificazione partecipata dei servizi pubblici locali: elementi-chiave e best practices
Networking e pratiche di scambio sud-sud tra territori: quali strumenti di applicazione al settore dei servizi pubblici locali e tra i 6 territori coinvolti?

Il seminario si è svolto il 18 e 19 luglio 2011 presso l'Holiday Inn Express, Sunnyside Pretoria, Sud Africa (leggi workshop report)

2 – microazioni concrete di gestione di servizi pubblici locali in Ghana (settore rifiuti) e Tanzania (settore socio-sanitario)

3 – creazione di strumenti per mettere in rete i rappresentanti di enti locali e società civile coinvolti al fine di favorire lo scambio di esperienze e di informazioni